Quello che più mi preme in questo momento storico
è opporre RESISTENZA a questa cultura mediatica e capitalistica a cui ci vogliono assuefare!
LEGALIZZIAMO LA LIBERTA'!!! CIELI LIBERI! TERRA LIBERA! MARE LIBERO! COSI SIA!! COSI' E'!
#ORA UP! QUESTA E' UNA CHIARA SPERANZA!

QUESTO BLOG VUOLE ESSERE UN ATTO DI RESISTENZA ARTISTICA A QUESTA GUERRA SILENZIOSA FATTA DI INFORMAZIONI FAKE CHE CREANO REALTA' FAKE

LA VERITA' PRIMA DI OGNI ALTRA COSA IN QUESTO REGNO

"L'essere umano è un sistema di informazione e di conseguenza può essere guarito attraverso informazioni"
Erich Körbler

sabato 21 gennaio 2017

ABRUZZO: MANIPOLAZIONI CLIMATICHE E IRRORAZIONI ARTIFICIOSE IN ATMOSFERA - Ancora famiglie isolate e torna a nevicare

**** NON E' UNA TRAGEDIA E' UN CRIMINE ****

Ancora 24mila utenze, per ammissione dello stesso gestore del servizio, l’Enel, prive di corrente elettrica.


ASSESSORE REGIONALE ALL'AMBIENTE MARIO MAZZOCCA

"Le drammatiche condizioni meteo che si protraggono ormai da 13 giorni quasi senza soluzione di continuità hanno determinato nella nostra Regione una situazione di emergenza dal carattere di estrema eccezionalità, mai verificatasi almeno negli ultimi 60 anni: i primi ed ancora parziali dati sulle precipitazioni nevose in corso sembrano, infatti, confermare l’ipotesi di una situazione più grave di quella verificatesi nel lontano 1956 che, a memoria di vivente, è la nevicata più copiosa e duratura che si ricorda sul territorio regionale."

APPELLO DEI SINDACI

  • Il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, questa mattina ha presieduto una giunta straordinaria per fare il punto della situazione sui danni al momento quantificabili reiterando agli organi competenti – Presidenza del Consiglio dei Ministri, Presidenza della Regione Abruzzo, Prefettura di Chieti, Dipartimento Protezione Civile regionale e Provincia di Chieti - la richiesta di dichiarazione dello stato di emergenza per il Comune di Chieti, deliberata con atto di Giunta n. 308.Tale decisione è conseguente ai danni e ai disagi provocati dalle condizioni atmosferiche nelle ultime due settimane alla popolazione, alle strutture pubbliche e private, alle infrastrutture viarie, al sistema commerciale locale ed a quello produttivo.

  • L'emergenza più grave è quella elettrica, la gente è esasperata, ci sono zone ormai da sei giorni senza luce».Lo riferisce il sindaco di Teramo Maurizio Brucchi 

  • Gianluca De Leonardis, Il sindaco del Comune di Bucchianico (CH), rinnova con vigore l’appello lanciato anche nei giorni scorsi, a tutti i livelli istituzionali e politici, per sollecitare l’ormai più che urgente intervento presso i gestori della rete elettrica affinché provvedano entro la giornata odierna a ristabilire quantomeno la corrente elettrica a tutte le utenze del territorio di Bucchianico.


FORTE RISCHIO VALANGHE
L'Appennino abruzzese a rischio forte per caduta valanghe. Lo comunicano la Protezione Civile regionale ed il Comando Unità Tutela Forestale Ambientale e Agroalimentare. L'ondata di maltempo che ha colpito l'Abruzzo ha comportato infatti l'accumulo di strati di neve fresca su strati di neve precedentemente compattata e già trasformata. Questa condizione del manto nevoso provoca un aumento della instabilità di pendii montani caratterizzati da accumuli di neve con diversa consistenza, umidità e temperatura. I rilevamenti del servizio Meteomont del Corpo Forestale della regione Abruzzo hanno infatti evidenziato un grado di pericolo 4 su 5 (Forte) per caduta valanghe su tutti i settori osservati. Bollettino emesso alle ore 14.00 del 20/01/2017.

CNA: «SCENARIO DRAMMATICO  PER L’ECONOMIA»  
«Uno scenario drammatico, in cui occorrono misure straordinarie a sostegno dell’economia, a cominciare dalla sospensione di tasse e tributi a carico delle imprese».
Secondo il presidente della Cna teramana, Gianfredo De Santis, la contabilità dei danni, una volta allentata la morsa del maltempo su famiglie e imprese, apparirà in tutta la sua forza devastante: «Voglio ricordare che il sisma, da agosto ad oggi aveva già provocato danni enormi: con undici comuni inseriti nel cratere sismico, e circa 9mila imprese coinvolte che danno lavoro a 21mila persone. Non bastasse, a questo adesso si aggiungono i problemi gravissimi generati dal maltempo, che non ha risparmiato il resto del territorio scampato allora al terremoto: la costa come la montagna». Con il risultato, adesso, di avere una intera provincia nel dramma


LAMA DEI PELIGNI: EVACUATE 35 PERSONE
Nella tarda serata di ieri, i Carabinieri della Stazione di Lama dei Peligni (Chieti) in collaborazione con quelli di Casoli, Torricella Peligna, Palena e dei Carabinieri forestali della stazione Parco di Fara San Martino hanno provveduto all'evacuazione di 12 abitazioni per il potenziale pericolo di valanghe e slavine. Le 35 persone evacuate sono attualmente ospiti di familiari e alberghi.

FARINDOLA (PE) - HOTEL RIGOPIANO 
Si continua a scavare con la SPERANZA di trovare ancora UMANI IN VITA.


**** NON E' UNA TRAGEDIA E' UN CRIMINE ****
" Il più grande crimine contro l'Umanità mai commesso " 
(Ted Gunderson, ex capo FBI di Los Angeles)

L'ABRUZZO E' SOTTO ATTACCO NATO 
E QUESTO E' SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI

Il Generale Fabio Mini, illustra a grandi linee 
le metodologie di manipolazione del clima, 
e la mentalità dei militari.

IMMAGINI DELLA GUERRA CLIMATICA SULL'ABRUZZO: PENISOLA ITALICA 2017

Hotel Rigopiano Farindola (PE) travolto da una potentissima slavina
Risultati immagini per RIGOPIANO HOTEL SLAVINA

Risultati immagini per RIGOPIANO HOTEL SLAVINA

Risultati immagini per RIGOPIANO HOTEL SLAVINA

Risultati immagini per emergenza maltempo abruzzo

Abruzzo 
Risultati immagini per emergenza maltempo abruzzo

Immagine correlata

Risultati immagini per emergenza maltempo abruzzo

Immagine correlata

5 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  5. Io personalmente credo che l'ondata di maltempo polare eccezionale che imperversa sull'Abruzzo non ha niente di normale ed anche ben poco di eccezionale come viene definito dalle nostre autorità regionali e nazionali. Dipende dall'abuso dell'utilizzo di HAARP, la tecnologia americana di controllo del clima a distanza, una vera e propria arma in grado di agire come distruzione di massa per provocare in maniera indotta terremoti, alluvioni ed eruzioni vulcaniche.In molti continuano ad esprimere perplessità circa la diretta correlazione tra HAARP e scie chimiche o chemtrails ma dagli elementi visivi che caratterizzano i nostri cieli sembra sempre di più che siano due fenomeni altamente collegati. Staremo a vedere gli sviluppi futuri.
    http://ilnuovomondodanielereale.blogspot.it/2016/08/quelle-onde-haarp-prima-del-terremoto.html
    http://www.segnidalcielo.it/terremoti-haarp-abbiamo-la-conferma-che-il-sisma-e-indotto/
    http://www.sciechimiche.org/scie_chimiche/index.php?option=com_content&task=view&id=46
    https://www.youtube.com/watch?v=8u58ijHZRXM

    RispondiElimina

PE LA MAIELL !

PE LA MAIELL !
LA MIA MAIELLA : REGINA MAESTOSA DELLA MIA TERRA !!! URLA STOP scie chimiche!!! Vasto (CH) Abruzzo Italia Europa Mondo 14 gennaio 2014 ore 15.00