Quello che più mi preme in questo momento storico
è opporre RESISTENZA a questa cultura mediatica e capitalistica a cui ci vogliono assuefare!
LEGALIZZIAMO LA LIBERTA'!!! CIELI LIBERI! TERRA LIBERA! MARE LIBERO! COSI SIA!! COSI' E'!
#ORA UP! QUESTA E' UNA CHIARA SPERANZA!

QUESTO BLOG VUOLE ESSERE UN ATTO DI RESISTENZA ARTISTICA A QUESTA GUERRA SILENZIOSA FATTA DI INFORMAZIONI FAKE CHE CREANO REALTA' FAKE

LA VERITA' PRIMA DI OGNI ALTRA COSA IN QUESTO REGNO

"L'essere umano è un sistema di informazione e di conseguenza può essere guarito attraverso informazioni"
Erich Körbler

sabato 21 gennaio 2017

IL NUMERO DEI MALATI DI ALZHEIMER E AUTISMO AUMENTA IN MODO VERTIGINOSO


L’Alzheimer e altre malattie neurologiche si spiegherebbero con l’accumulo di metalli pesanti nel nostro cervello. 

L’inquinamento continua a mietere vittime e a farci ammalare. Una morte su quattro a livello mondiale è causata da fattori di rischio ambientale. Sono 12,6 milioni le morti attribuibili all’inquinamento ambientale. Solo in Europa, nel 2012, l’inquinamento ha provocato 1,4 milioni di decessi prematuri.

Gli scienziati continuano a indagare i rapporti tra inquinamento e malattie degenerative, e scoprono verità sempre più inquietanti. Il nano particolato, metalli pesanti rilasciate da aerei quotidianamente da più di un decennio sul nostro territorio, gas di scarico di auto e di fabbriche ormai obsolete, una volta respirati possono infatti raggiungere il cervello.
I metalli pesanti  si insinuano nelle mucose per arrivare ad avvelenarci. Non solo i polmoni, non solo nel sangue. Ma anche nel cervello. La scoperta è dei ricercatori dell’università di Lancaster che, sulla rivista scientifica Pnas, hanno dimostrato, per la prima volta, che i veleni nell'ambiente  penetrano anche tra neuroni e sinapsi. Particolato ultrafine  responsabile di malattie polmonari e cardiocircolatorie. 

Risultati immagini per alzheimer

Scienziata Marie Grosman e il filosofo Roger Lenglet. Intervista.


Marie Grosman (1) : Il numero

dei malati di Alzheimer e di autismo aumenta in modo vertiginoso in

numerosi paesi, soprattutto in quelli più sviluppati. In Francia, dal

1994 si è passati da 300.000 malati di Alzheimer a circa un milione

oggi. E se non si interviene questa cifra raddoppierà ogni venti anni.

Il numero delle persone che soffrono di autismo è aumentato in Francia

di 17 volte nel corso degli ultimi cinquanta anni. Allo stesso modo

si osserva un’enorme progressione dei tumori al cervello nei bambini

(20% in più in dieci anni). Anche il Parkinson e la sclerosi a placche,

di cui sono affette rispettivamente 100.000 e 80.000 persone, sono in

aumento. Ciò dovrebbe analogamente sollecitare un’azione contro le

cause di queste malattie!

Nessun commento:

Posta un commento

PE LA MAIELL !

PE LA MAIELL !
LA MIA MAIELLA : REGINA MAESTOSA DELLA MIA TERRA !!! URLA STOP scie chimiche!!! Vasto (CH) Abruzzo Italia Europa Mondo 14 gennaio 2014 ore 15.00